IL METODO CASE©

Ho creato il Metodo perché desidero che le persone possano esprimere il loro immenso potenziale e ho visto che troppo spesso nelle organizzazioni questo non accade. CASE© nasce per trasformare situazioni di conflitto sia tra persone che tra obiettivi/priorità; in pratica, è nato per facilitare il tuo lavoro di imprenditore o manager, riducendo il rischio ed eliminando i costi dovuti alle frizioni generate dai conflitti e dall’incertezza.

Il Metodo CASE© ti dà anche strumenti efficaci di leadership, in quanto agisce sulla motivazione e sul coinvolgimento dei tuoi collaboratori. Questo aumenta il tasso di innovazione della tua organizzazione, migliora l’efficienza e le performance senza richiedere grandi investimenti. In più, una volta applicato, lascia una competenza interna per il futuro.

Vuoi qualche esempio concreto di applicazione? Consulta le Case Histories.

Il Metodo si presenta come un framework semplice e intuitivo per guidare il processo di trasformazione della difficoltà in opportunitàcon il coinvolgimento e la soddisfazione dei bisogni di tutti gli stakeholders. Per questo è anche un prezioso strumento per il decision making da usare nel tuo quotidiano.

Per facilitare il raggiungimento degli obiettivi il Metodo CASE© guida le persone in sicurezza lungo un percorso segnato da 9 Passi, o azioni da compiere, facilitato da 9 Pilastri, che rappresentano le attitudini utili a ottimizzare lo svolgimento di ogni Fase.

 Vuoi un’idea del funzionamento del Metodo CASE©? Esplora le 4 Fasi in cui si svolge, e un esempio concreto qui sotto illustrati.

Fase Cognitiva

La base di una buona decisione imprenditoriale è la conoscenza dei FATTI: non sempre è facile averli chiari. Per questo il Metodo CASE© ti fornisce gli strumenti efficaci per eliminare tutte le sovrastrutture, come interpretazioni o reazioni personali che precludono la chiarezza.

Esempio.
Seguimi in un esempio pratico, un conflitto Produzione/Commerciale: i fatti potrebbero essere “sono entrati nell’ultimo trimestre il 48% di ordini personalizzati in più rispetto al precedente e il 35% con un accorciamento dei tempi di consegna fino al 60%. Ciò ha portato a ritardi nelle consegne nel 65% dei casi”. È un fatto “L’ingegner Rossi dell’Ufficio Tecnico ha detto che è stufo e se ne vuole andare”, mentre non lo sono “Vogliono far andare via Rossi” né “Quelli del Commerciale sono degli incompetenti” o “In Produzione ci vogliono far impazzire”.

Fase Analitica

Questa Fase contiene il vero gioiello del Metodo CASE©: qualunque sia la situazione, i fattori causali vengono ricondotti grazie al Metodo a soli quattro elementi chiave, detti Bisogni Essenziali: ciò facilita enormemente la ricerca delle soluzioni trasformative, e l’attivazione delle energie costruttive nel tuo team. È incredibile vedere ogni volta come da questo momento in poi le persone iniziano a collaborare alla creazione di soluzioni!

Esempio.
Prosegui nell’esempio: le due funzioni aziendali esplicitano i loro obiettivi e i reciproci Fondamenti, il che mostra che non sono l’una contro l’altra e le legittima reciprocamente. Posso dirti che, nel caso in esame, mentre il Commerciale era focalizzato sul superamento dei budget annuali di vendita, la Produzione lo era sulla qualità e sul rispetto dei tempi di lavorazione. Quanto ai Bisogni Essenziali ne rilevavamo uno di Identità per il manager del Commerciale e uno di Benessere per il Direttore della Produzione e quello dell’Ufficio Tecnico.

Fase Strategica

Troppo spesso si usano strumenti inadeguati, anche se buoni in sé, per risolvere i problemi. Il primo passo di questa Fase è individuare il livello al quale si situa il conflitto, per utilizzare metodi e tempi adeguati, fissando obiettivi possibili. Una volta definito il livello, si attiva il processo creativo che genera soluzioni capaci di rispondere ai Bisogni delle parti individuati in precedenza, generando al contempo il massimo beneficio per l’organizzazione.

Esempio.
Nell’esempio, la Fase Analitica ha dato elementi per localizzarlo a livello organizzativo inter-funzionale. Ciò significa che la soluzione ha richiesto scelte e azioni a livello della Direzione Aziendale; in particolare in questo caso si è trattato di un modo diverso di definire i budget per i settori aziendali e lo studio condiviso di linee guida per l’inserimento degli ordini e delle modifiche alle specifiche dei prodotti.

Fase Esecutiva

Qui si agisce secondo la strategia definita in precedenza, mantenendo costante chiarezza sugli obiettivi e valutando avanzamento ed efficacia o con l’approccio PDCA o con gli strumenti della ricerca/azione, secondo i casi. Si monitora continuamente il livello di azione, per verificare che rimanga quello più efficace.

Esempio.
Nel nostro esempio un primo passo esecutivo è stata la redazione delle linee guida per il Commerciale, verificandone gli effetti periodicamente in incontri congiunti con la Produzione e la Direzione Aziendale; un altro passo è stata l’analisi delle relazioni tra i budget dei due reparti e delle risorse a disposizione per raggiungerli. Questo ha portato a modifiche nell’attribuzione delle risorse, più funzionali al beneficio dell’insieme. Anche un percorso di coaching individuale ha aiutato il management a rendere più costruttive le relazioni interne.

Scarica la presentazione del libro case

DICONO DI ME E DEL CASE©